icon-search
logo-lomb1
logo-lomb2

Servizi

Servizi

Iper Ammortamento

Si tratta di un incentivo fiscale volto a supportare le imprese che investono in beni strumentali (materiali e immateriali) funzionali alla trasformazione tecnologica e digitale.

Consiste in una supervalutazione del costo fiscalmente deducibile relativi ai beni acquisiti: incrementando il costo di acquisizione del bene ai fini della deducibilità delle quote di ammortamento (acquisto in proprietà) o dei canoni di leasing (acquisto in leasing) è possibile ottenere un risparmio d’imposta.

Nel dettaglio:

La nuova formulazione della norma prevede più aliquote differenziate (a fronte della previgente unica aliquota del 150%) che diminuiscono al crescere dell’ammontare degli investimenti, con un tetto massimo pari a 20 milioni di euro, oltre il quale non è più possibile usufruire dell’agevolazione.

Ammontare investimenti Aliquota
Fino a 2,5 milioni di euro 170%
Importo eccedente i 2,5 milioni fino a 10 milioni 100%
Importo eccedente i 10 milioni fino a 20 milioni 50%
Importo eccedente i 20 milioni di euro 0%

 

Come funzionano

Possono beneficiarne tutti i soggetti titolari di reddito d’impresa, indipendentemente dalla forma giuridica, dalla dimensione aziendale e dal settore economico in cui operano.

L’agevolazione spetta esclusivamente agli investimenti destinati a strutture produttive situate nel territorio dello Stato
Risultano, pertanto, esclusi dall’incentivo gli investimenti destinati a branch estere o dati in locazione/noleggio a società estere (del gruppo o terze)

L’agevolazione si applica agli investimenti in nuovi beni materiali strumentali per fare Industria 4.0 in Italia. Sono quelli citati nell’Allegato A della legge di Bilancio 2017. Stiamo parlando principalmente di macchine utensili, stampanti 3D, Cnc, robot e cobot, sensori, sistemi di monitoraggio, di misurazione, di ispezione, dispositivi smart, indossabili, di interfacciamento fra uomo e macchina.
Gli investimenti devono essere effettuati entro il 31 dicembre 2019.
Possono essere completati anche entro il 31 dicembre 2020 se entro il 31 dicembre 2019 l’ordine risulti accettato dal venditore e sia avvenuto il pagamento di almeno il 20% del prezzo.

La legge di Bilancio 2019 prevede al comma 62 anche l’estensione dell’applicazione dell’iperammortamento  per gli investimenti in beni immateriali (software di gestione, produzione, monitoraggio, IoT, citati nell’Allegato B della legge di Bilancio 2017).
La maggiorazione del 40% spetta alle imprese che usufruiscono dell’iperammortamento per gli investimenti effettuati entro il 31 dicembre 2019, o fino al 31 dicembre 2020 alle stesse condizioni sopra citate.
Sono ammissibili di iperammortamento anche i canoni di fruizione cloud, per la quota di competenza del periodo di imposta.

Per maggiori informazioni visita la seguente pagina.

 

Torna alla homepage