icon-search

Cyber Security

Analizzare e comprendere i rischi della propria attività digitale per evitare i tranelli più comuni

Sicurezza informatica, questa sconosciuta

Senza nemmeno accorgercene, ogni giorno, ogni minuto, ogni secondo, trasmettiamo dati relativi alla nostra vita, al nostro lavoro e alle nostre abitudini interessanti per un gran numero di individui a fini commerciali e di profilazione, spesso raccolti senza il neppur minimo scrupolo. In questa metamorfosi globale, spesso e volentieri aziende o semplici individui non sempre riescono a rimanere al passo con i tempi esponendosi a rischi fino a pochi anni fa inimmaginabili. Spesso e volentieri l’utente finale è il destinatario degli attacchi informatici perché considerato anello debole della catena della cyber security aziendale o privata, per questo noi di innexHUB riteniamo indispensabile che ogni utente sia in grado autonomamente e coscientemente di analizzare e comprendere i rischi della propria attività digitale per evitare i tranelli più comuni e attuare le strategie di base per aumentare la propria sicurezza informatica.

Come evitare attacchi esterni

Purtroppo non esiste una formula magica per evitare ogni rischio inerente la propria cyber security, ma si possono tenere a mente delle regole e attuare delle buone pratiche tese a minimizzare il rischio di subire attacchi e i danni che da essi potrebbero derivare. Dal punto di vista strettamente tecnico, è molto importante mantenere i propri dispositivi informatici (pc, notebook, smartphone, tablet) sempre aggiornati con gli ultimi aggiornamenti di sicurezza disponibili. Divenendo sistemi sempre più raffinati e complessi, un software, quando viene lanciato sul mercato, non è mai completo al 100% e degli aggiustamenti sono sempre necessari per la sua perfetta funzionalità. Questi “pezze” (in inglese vengono infatti definite patch) sono rilasciate direttamente dalle software house che hanno progettato un sistema operativo o un programma, ogni qualvolta ne venga rilevata una falla di sicurezza potenzialmente dannosa e pericolosa. Purtroppo, il più delle volte, questi bachi (bugs) vengono riscontrati in prima battuta da chi è alla ricerca proprio di un metodo fraudolento per accedere ad un sistema informatico. Così è evidente che anche avere un dispositivo perfettamente aggiornato non assicura la completa immunità soprattutto verso nuove minacce.
Installare un software antivirus / antispayware è un’altra buona pratica e se fino a qualche anno fa ci si doveva dotare di un programma apposito, oggigiorno i nuovi sistemi operativi includono già questi strumenti. Essendo una continua lotta tra bene e male, guardie e ladri, per definizione sono le guardie a inseguire e i ladri a stare davanti, per questo nessuno, anche in presenza di antivirus e aggiornamenti, può ritenersi mai completamente sicuro.

L’utente primo baluardo della propria Cyber Security

Nonostante un’impresa o un singolo individuo si premurino di mantenere i propri strumenti informatici aggiornati e con software antivirus dedicati, il maggior tramite delle infezioni e dei disastri informatici resta sempre quello legato al fattore umano. Distrazione, leggerezza, tempo stringente o solamente l’inconsapevolezza rendono ogni utente il primo complice della stragrande maggioranza degli attacchi informatici. Per questo è necessario non sottovalutare ogni incongruenza, seppur minima, che si può riscontrare in una mail o in un sito ben falsificati e dall’apparenza innocui. Controllare i mittenti e gli indirizzi internet, nel caso contattare direttamente quello che crediamo essere il mittente visto che potrebbe a sua volta essere stato vittima di un contagio. Tutti i servizi on line utilizzati quotidianamente, inoltre, ci richiedono delle credenziali di accesso, per questo è consigliabile non utilizzare sempre la stessa password per ogni fornitore, soprattutto se, per evitare di dimenticarcela, è una parola semplice e breve.


Pericoli interni e importanza dei backup

Allargando il concetto di Cyber Security a tutti quegli eventi che possono mettere a rischio i nostri dati, allora non dovremmo preoccuparci soltanto degli attacchi provenienti dall’esterno ma anche del “fuoco amico”.
Errori umani, malfunzionamenti hardware, piccoli o grandi incidenti, sono tutte possibili cause della perdita di dati e, sia nella sfera professionale che in quella privata, i danni che ne seguono possono essere anche ingenti, economicamente ed emotivamente parlando. Eppure la copia dei nostri archivi, che siano essi della contabilità della nostra impresa o le fotografie delle vacanze, ci appare indispensabile solamente quando constatiamo la sua assenza. Tenere un backup dei propri dati è quindi una regola fondamentale per preservare la sicurezza della propria vita digitale, in modo da poter porre rimedio in breve tempo e senza grossi problemi a infezioni di virus, guasti tecnici, furti, smarrimenti e altre innumerevoli eventualità che possano mettere a rischio i nostri dati informatici.

 

Torna alle news

Soluzioni digitali che cambiano e stravolgono i modelli di business

I modelli di business stanno vivendo una fase di profonda trasformazione nel corso degli ultimi tempi, anche…

Gli impatti della digitalizzazione

In tutto il mondo, ormai, appare evidente come la digitalizzazione dei sistemi stia cambiando il…